I pericoli del cibo fritto e come aggirarlo

By | February 19, 2022

Il fritto è uno degli alimenti che possono rovinare la lingua. Tuttavia, lo sapevi? Anche il pericolo di mangiare cibi fritti è inevitabile. È noto che l’abitudine di consumare cibi fritti aumenta il rischio di varie malattie croniche.

Tempe, tofu e pollo sono cibi sani. Tuttavia, quasi tutte le persone preferiscono il tempeh fritto , il tofu e il pollo piuttosto che al vapore o bolliti. Infatti, il processo di frittura riduce effettivamente il valore nutritivo degli ingredienti principali perché aggiungerà calorie e contenuto di grassi.

Una serie di pericoli legati al consumo di cibi fritti a cui devi prestare attenzione

Ci sono diversi pericoli nel mangiare cibi fritti per il tuo corpo che è importante capire, tra cui:

1. Causando eccesso di peso

I cibi fritti assorbiranno il grasso dall’olio, quindi le calorie saranno più elevate. Maggiore è l’apporto calorico giornaliero di una persona, maggiore è il rischio di essere in sovrappeso e obesi .

Inoltre, anche il contenuto di grassi trans nei cibi fritti gioca un ruolo importante nell’aumento di peso. Questo grasso è noto per influenzare il lavoro degli ormoni che possono aumentare l’appetito e aumentare l’accumulo di grasso.

2. Aumenta il rischio di malattie cardiovascolari

Il pericolo di mangiare cibi fritti che è stato ampiamente studiato è l’aumento del rischio di malattie cardiache. È noto che i cibi fritti possono aumentare il rischio di obesità, mentre l’obesità è un fattore di rischio per le malattie cardiache.

L’olio da cucina contiene anche molti grassi saturi e grassi trans che sono noti per aumentare i livelli di colesterolo nel sangue. Questo aumento del colesterolo può essere la radice di varie malattie cardiovascolari, tra cui malattie coronariche , attacchi di cuore e ictus.

3. Aumenta il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2

I cibi fritti sono generalmente ricoperti di farina. Gli alimenti che vengono elaborati in questo modo saranno più calorici e conterranno carboidrati più semplici e grassi malsani.

Troppi grassi nella dieta non solo possono causare aumento di peso, ma anche aumentare il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Questo può accadere a chiunque, compresi i bambini e le donne in gravidanza.

Le donne che hanno l’abitudine di mangiare cibi fritti prima di rimanere incinte sono anche note per essere a maggior rischio di sviluppare il diabete gestazionale durante la gravidanza. Questo dovrebbe essere preso in considerazione perché il diabete gestazionale può aumentare il rischio di complicazioni della gravidanza pericolose per la madre e il feto.

4. Aumenta il rischio di cancro

Il pericolo di mangiare cibi fritti che non può essere sottovalutato è che aumenta il rischio di contrarre il cancro. Questo pericolo può derivare da sostanze acrilammide che possono formarsi durante i processi di cottura ad alta temperatura, come la frittura.

È noto che i cibi amidacei, come le patatine fritte o il pollo fritto, contengono livelli più elevati di acrilammide se esposti a temperature elevate. Se consumata troppo e spesso, si sospetta che questa sostanza provochi diversi tipi di cancro, come il cancro alle ovaie .

Inoltre, è noto che i grassi trans nei cibi fritti aumentano il numero di composti che supportano l’infiammazione nel corpo. Questo è noto per contribuire ad un aumento del rischio di cancro.

Sforzi per evitare i pericoli di mangiare cibi fritti

Visti i pericoli del mangiare fritti che non possono essere sottovalutati, d’ora in poi cercate di limitare questa abitudine. Tuttavia, se vuoi comunque mangiare cibi fritti, devi fare quanto segue:

Sostituisci con olio più sano

Per ridurre il rischio di mangiare cibi fritti, il modo migliore che puoi fare è sostituire l’ olio da cucina con tipi di olio più sani, come l’olio d’ oliva, l’olio di cocco e l’olio di avocado.

Nel frattempo, il tipo di olio che non è raccomandato per friggere il cibo è l’olio ad alto contenuto di acidi grassi insaturi, come olio di soia , olio di mais , olio di canola , olio di sesamo e olio di girasole.

È altrettanto importante ridurre al minimo i pericoli del fritto evitando l’uso ripetuto di olio. Si consiglia di utilizzare l’olio solo una volta in frittura.

Presta attenzione a come friggere

Affinché l’olio non venga assorbito dal cibo fritto, si consiglia di friggere il cibo a una temperatura di 176–190°C. È possibile utilizzare uno speciale termometro per friggere per verificarlo.

È importante notare la temperatura di frittura, perché una temperatura dell’olio troppo alta può danneggiare l’olio e produrre radicali liberi dannosi per la salute a lungo termine. Nel frattempo, se la temperatura è più bassa, l’olio penetrerà nel cibo e renderà il cibo più grasso.

Affinché il fritto non sia troppo unto, si consiglia inoltre di scolare il cibo con carta assorbente in modo che l’olio in eccesso sulla superficie del cibo possa essere assorbito.

Cambia metodo di cottura

Per essere più sano, invece di friggere il cibo, prova a grigliarlo. I cibi al forno possono anche essere croccanti e deliziosi come i cibi fritti. Prima di grigliare, ricoprire il cibo con erbe o spezie per un gusto più delizioso.

È importante notare che la maggior parte delle proteine ​​animali, come manzo, pollo e pesce, contengono anche molto grasso che può fuoriuscire se riscaldato in contenitori da cucina antiaderenti. Quindi, puoi usare i grassi naturali per cucinare il cibo senza aggiungere olio da cucina.

Ora c’è uno strumento per friggere senza olio ( friggitrice ad aria ). Sebbene il prezzo sia più costoso, questo strumento può essere un’opzione per una vita più sana.

Se vuoi comunque mangiare cibi fritti, è meglio fare le tue patatine in casa invece di comprarle. Le patatine fritte fatte in casa tendono ad essere più sane perché puoi scegliere l’olio e come friggerle con saggezza.

Mangiare cibi fritti in realtà non è affatto vietato, ma deve essere limitato e accompagnato da cibi sani e nutrizionalmente equilibrati. Per scoprire una dieta sana adatta alla tua condizione, non esitare a consultare un nutrizionista .